Guida pratica

  • Prima dell´acquisto della stufa
    • Assicurarsi che vi sia un’adeguata canna fumaria ovvero un allacciamento per il tubo?
      • Consiglio generico: vi consigliamo di mettervi in contatto con il vostro  spazzacamino già nella prima fase di progettazione per verificare i requisiti della  canna fumaria stessa, nonché della stufa e dell’allacciamento alla canna fumaria.

        Se esiste già un allacciamento:  Qual è il diametro dell'allacciamento alla  canna fumaria e a quale altezza si trova? Queste informazioni sono fondamentali per l'acquisto della vostra stufa. Il vostro spazzacamino o rivenditore potrà aiutarvi a recuperare queste informazioni.

        Se l'allacciamento deve essere creato ex novo: Assicuratevi che vengano rispettate tutte le norme di sicurezza ed edili previste per l'installazione della  canna fumaria. Contattate il vostro spazzacamino che potrà consigliarvi in merito.

    • Dove collocare l´allacciamento per l´uscita fumi?
      • L'allacciamento per  l’uscita fumi può essere posizionato sopra, dietro o anche di fianco alla stufa. Questo è importante per la vostra progettazione. Le rispettive informazioni le trovate sulla pagina dei dettagli delle singole stufe.
    • Quanto è ampio l´ambiente da riscaldare?
      • La capacità di riscaldamento indica la quantità di m³ che possono essere riscaldati con una determinata potenza (in kW). Questo dato è importante per scegliere la vostra nuova stufa. Le stufe a legna nonché le stufe a pellet RIKA riscaldano ambienti fino a 260 m³ (questo corrisponde all'incirca ad un'area di 100 m2) a seconda dell'isolamento termico dell'ambiente.

        Le nostre stufe hanno la capacità di riscaldare in poco tempo un ambiente da 15° a 21° C e, visto che riscaldano più velocemente di qualsiasi altro metodo di riscaldamento, riescono a riempire casa vostra con un'atmosfera calda e confortevole in mezz'ora. Un metodo efficace, insomma, gradito soprattutto durante le mezze stagioni.


        Metodi di riscaldamento e potenza termica:



        Un consiglio: Le moderne stufe a pellet RIKA consentono un regolamento termico semplice e confortevole. Queste dispongono di un timer o possono(link), in alternativa, essere attivate tramite un SMS dal cellulare(link). In questo modo gli ambienti sono già sufficientemente riscaldati al vostro rientro a casa.
    • Dove posizionare la stufa?
      • A seconda del modello la stufa può essere posizionata in un angolo, al muro o anche libera in mezzo alla stanza. Dipende da dove volete godervi la vista sul fuoco (dal divano oppure dalla sala da pranzo, ad esempio) e naturalmente dipende anche da dove si trovano gli allacciamenti per la canna fumaria.

        Un consiglio:
        Alcune delle nostre stufe sono girevoli. Basta selezionare il simbolo "girevole" sulla pagine riepilogativa delle stufe per visualizzare tutti i modelli girevoli.
    • Di che materiale è fatto il suolo sul quale andrebbe posizionata la stufa?
      • Di qualsiasi materiale sia fatto il vostro pavimento (pietra, legno o tappeto), questo sarà perfettamente protetto grazie alle piastre di vetro o acciaio RIKA brevettate con specifiche labbra di guarnizione.
    • Qual è la distanza di sicurezza minima da rispettare?
      • ofen_illu.png
        E' importante tenere conto delle distanze di sicurezza minime nel posizionamento della stufa e nella scelta della rispettiva piastra di vetro o acciaio RIKA.

        - Rispetto ad oggetti non infiammabili: a > 100 mm b > 400 mm c > 100 mm

        - Rispetto ad oggetti infiammabili (come ad esempio pavimenti in legno) e mura portanti di cemento armato: a > 200 mm b > 800 mm c > 200 mm







        Nota bene: Assicuratevi che l'installazione della stufa venga effettuata seguendo le norme nazionali nonché le disposizioni regionali.
    • Dove si trova la presa di corrente più vicina alla stufa?
      • Le stufe a pellet RIKA nonché le stufe a legna RIKA con il dispositivo Rikatronic³ necessitano di un attacco elettrico, possibilmente nelle vicinanze. Le stufe a legna che dispongono di Rikatronic³ sono contrassegnate sulla pagina dei dettagli nella colonna di sinistra (con il simbolo „Rikatronic³“). In alternativa è possibile visualizzare le stufe con "regolazione automatica dell'aria" (= Rikatronic³), selezionandole sulla pagina riepilogativa delle stufe a legna.

    • Quando c´è bisogno di una stufa che è indipendente dall’aria ambiente?
      • Per evitare la formazione di una depressione causata dal funzionamento parallelo dell'impianto di ventilazione, cappa aspirante e stufa, è consigliabile optare per una stufa che non dipenda dall'aria dell'ambiente per la propria alimentazione. Ogni stufa deve essere alimentata con aria fresca dall'esterno, sia per l'accensione che per il suo funzionamento. Quest'aria può derivare sia dall'ambiente stesso in cui la stufa si trova sia dall'esterno tramite un tubo. Nel secondo caso parliamo di una stufa ad aria indipendente.

        Tutti i modelli RIKA che dispongono di questo sistema di alimentazione sono contrassegnati da un apposito simbolo indipendente dall'aria ambiente. Potete visualizzare tutte le stufe a legna oppure a pellet con il menzionato sistema sulla pagina riepilogativa delle stufe.

        Ci sono diverse possibilità per installare l'alimentazione d'aria fresca: Ad esempio tramite un canale d'aria fresca separato all'interno della canna fumaria oppure tramite un tubo d'aria fresca connesso con l'esterno oppure con un locale cantina ben ventilato. Questa scelta dipende dalla disposizione della vostra casa. Vi conviene in ogni caso farvi consigliare dal vostro rivenditore.
  • Come scegliere la stufa adatta a voi
    • Tecnologia di combustione innovativa: alta efficienza a bassa emissione.
      • Le stufe RIKA non solo corrispondono già ora pienamente alle disposizioni di legge, ma addirittura stanno al di sotto dei limiti previsti. Da anni ci impegniamo ad ottimizzare la tecnica di combustione delle nostre stufe, avendo così ridotto al minimo le emissioni di polveri sottili nonché di monossido di carbonio. Allo stesso tempo siamo stati in grado di aumentare l'efficacia delle nostre stufe del 90 %. Questo significa che con una quantità minore di legno o pellet è possibile raggiungere la stessa quantità di calore! Le moderne stufe a legna o a pellet di RIKA riscaldano quindi pressoché senza inquinare e potranno essere utilizzati in modo ecologico anche in futuro senza dover ricorrere a filtri antiparticolato che risultano particolarmente bisognosi di manutenzione.

        Come funziona? Grazie ad una migliore mescolanza dei gas di  combustione ed ossigeno nonché ad una distribuzione ottimale di aria primaria e secondaria è possibile ottenere un alto rendimento calorico a basso consumo di combustibile. Le nostre stufe a legna dispongono tutte del SISTEMA RLS (attivazione semplice della regolazione dell'aria) oppure Rikatronic³ (regolazione d'aria completamente automatica), mentre le nostre stufe a pellet sono tutte completamente automatiche.

        Questi sistemi comportano un'ottimale efficienza calorica nonché un'ideale accumulazione termica in proporzione alla misura della stufa, tutelando così sia il vostro conto in banca sia l'ambiente!

    • Calore accumulato: Riscaldare in modo economico ed ecologico.
      • La capacità di accumulare calore è un fattore importante nella scelta della vostra stufa. Un  rivestimento in pietra accumula calore più a lungo rispetto ad un  rivestimento in ceramica piuttosto che in acciaio. Se per voi è importante che la vostra stufa emani calore ancora a lungo dopo lo spegnersi dell'ultima fiamma, scegliete una stufa con un duraturo accumulo termico ovvero con un'elevata massa di accumulo. I dati in merito alla capacità di accumulo sono riportati nelle pagine dei dettagli delle rispettive stufe.
    • Design intramontabile: La stufa, un pezzo di arredamento a tutti gli effetti.
      • Le mode sono passeggere ed è per questo che non vogliamo sottostare a trend temporanei. La cosa che ci importa di più è di soddisfare i vostri desideri e bisogni. Quindi il design delle nostre stufe a legna ed a pellet mira ad un'estetica duratura ed intramontabile nonché ad una tecnica rivolta verso il futuro. Le nostre stufe completano in modo armonioso il vostro ambiente abitativo, e potrete scegliere tra una vasta gamma di design e colori. Così la vostra stufa vi porterà gioia per tanti anni.
    • Sicurezza certificata: Prendiamo seriamente le nostre responsabilità.
      • Tutte le stufe RIKA corrispondono ai requisiti di sicurezza richiesti.

        Nella produzione delle stufe RIKA vengono utilizzati esclusivamente materiali di alta qualità che garantiscono una lunga durata nonché un funzionamento sicuro. Inoltre, le nostre stufe vengono prodotte esclusivamente in Austria utilizzando i macchinari più moderni.

        La camera di combustione consiste in acciaio di alta qualità largo 4 mm che resiste perfino a brevi momenti di surriscaldamento. Le porte delle nostre stufe sia a legna che a pellet sono fatte in ghisa di alta qualità e quindi non sono soggette a deformazioni, garantendo una lunga ermeticità delle porte.

        Di particolare importanza è anche il vetro trasparente in vetroceramica che resiste a temperature fino a 750 gradi.

        Un'altra prova di sicurezza: le stufe  RIKA sono acquistabili soltanto da rivenditori autorizzati. Grazie ad un'assistenza affidabile, una progettazione a 360 gradi, un'installazione professionale nonché istruzioni competenti si evitano brutte sorprese.
    • Pulizia del vetro: Una chiara visuale sul fuoco
      • Durante il processo di combustione inevitabilmente si formano residui. Grazie alla tecnologia moderna delle nostre stufe sia a legna che a pellet il vetro rimane pressoché pulito. Il nostro sistema brevettato di "lavaggio ad aria" fa sì che l'aria calda derivante dalla combustione (aria secondaria) viene miratamente indirizzata verso la parte interna del vetro, formando un "cuscino d'aria" protettivo. In questo modo l'aria pulisce continuamente il vetro della stufa.
    • Pulizia automatica: poca manutenzione per stufe a pellet
      • Le stufe a pellet di RIKA dispongono di un sistema di autopulizia che riduce il lavoro di pulizia al minimo. Grazie ad un processo di pulizia programmato, una volta l'ora l'alimentazione di pellet viene brevemente interrotta e tramite l'aumento dei giri dell’estrattore fumi  viene liberato il braciere da residui di cenere.
    • La durata di riscaldamento: dipende dal volume del serbatoio
      • Le stufe a pellet RIKA si contraddistinguono oltre che per il loro design anche per l'ampio serbatoio per i pellet. Di seguito trovate elencate le durate di combustione con un "pieno" dei diversi modelli.

        Durata di combustione delle singole stufe a pellet RIKA in caso di funzionamento continuato:

        minimo massimo capazita
        Como da ca.  19 fino a 45 ore 34 chili
        Revo da ca.  22 fino a 53 ore 40 chili
        Pico da ca.  14 fino a 33 ore 25 chili
        Memo da ca.  11 fino a 28 ore 21 chili
        Miro 4kW da ca.  26 fino a 29 ore 22 chili
        Miro 6kW da ca.  18 fino a 29 ore 22 chili
        Kapo da ca.  16 fino a 39 ore 29 chili
        Roco da ca.  20 fino a 48 ore 36 chili
        Roco multiAir da ca.  17 fino a 41 ore 31 chili
        Roco RAO da ca.  18 fino a 44 ore 33 chili
        Topo II da ca.  24 fino a 47 ore 47 chili
        Topo II XL da ca.  35 fino a 70 ore 70 chili
        Induo da ca.  14 fino a 43 ore 34 chili
    • Comando esterno: Panoramica su tutti i termostati e comandi esterni.
      • Per le nostre stufe a pellet MEMO, PICO, COMO, REVO, TOPO sono disponibili i seguenti termostati e comandi:

        1. Termostato ambiente: con manopola di regolazione per l'impostazione della temperatura, senza programmazione temporizzata;
        2. Termostato ambiente elettronico con display: comodo comando esterno mediante timer settimanale e/o termostato;
        3. Sensore ambiente RIKA: con cavo o via radio, comando mediante timer settimanale e/o termostato.

  • Consigli per la scelta del materiale combustibile
    • Una piccola panoramica: tipi di legna ed i loro poteri calorifici
      • I diversi tipi di legno hanno diversi poteri calorifici. Il legno di latifoglie, oppure legno duro, è particolarmente adatto alla combustione. Brucia a fiamma bassa e produce una brace a lunga durata. Il legname di conifera è ricco di resina e quindi, come tutti i legni teneri, si consuma più velocemente provocando un'eccessiva formazione di scintille.

        Tipo di legno Potere calorifico Kwh/m³ Potere calorifico  Kwh/kg
        acero 1900 4,1
        betulla 1900 4,3
        faggio 2100 4,0
        quercia 2100 4,2
        ontano 1500 4,1
        frassino 2100 4,2
        abete rosso 1700 4,4
        larice 1700 4,4
        pioppo 1200 4,1
        robinia 2100 4,1
        abete 1400 4,5
        olmo 1900 4,1
        salice 1400 4,1



    • Caratteristiche e qualità del materiale combustibile
      • Indipendentemente dal tipo di legna la regola d'oro è la seguente: Quanto più la legna è secca, tanto meglio brucia, consentendo un alto rendimento energetico. Per questo conviene utilizzare esclusivamente legna seccata all'aria per 2 – 3 anni, con un'umidità residua di 14 – 18 % al massimo. Se la legna è troppo umida produce vapore acqueo, il  che potrebbe danneggiare la vostra stufa o comunque ridurre la capacità termica.

        Per tutelare la vostra salute vi consigliamo di utilizzare soltanto legni allo stato naturale e quindi non trattati. Assicuratevi inoltre che anche le bricchette di legno gli eventuali pellet siano fatti di legno naturale.

        In caso di combustione di materiali non concessi si formano, oltre ad odori poco gradevoli, anche sostanze nocive alla salute nonché all'ambiente. E' quindi vietato bruciare:
        - legno umido (con un'umidità residua oltre il 20%)
        - legno verniciato, laminato o impermeabilizzato
        - legno trattato con antisettici
        - rifiuti domestici
        - bricchette di carta
        - liquidi, paste o gelatine combustibili

        Attenzione: Nel caso di combustione di materiali proibiti scade la garanzia della stufa.
    • Misura, deposito e quantità ideale per la Vostra legna in ciocchi.

      • Misura ideale per la Vostra legna in ciocchi:

        holzIl legno rotondo, con un diametro di dieci centimetri e oltre, deve essere spaccato in almeno due parti per accendersi al meglio. Le misure ideali per la legna sono: 25 oppure 33 cm in lunghezza, e diametro del ciocco spaccato: non oltre 7 cm.

        La misura della legna dipende però anche dalla misura della camera di combustione: alcuni modelli reggono anche ciocchi di 50 cm, mentre le stufe più piccole funzionano meglio con misure non superiori ai 25 cm.

        Deposito ideale per la Vostra legna in ciocchi:

        Troppa legna può causare un surriscaldamento. Questo comporta un elevato sforzo del materiale e cattivi valori del gas di combustione.

        Troppo poca legna, o ciocchi troppo grossi, causano un non raggiungimento della temperatura ideale. Anche in questo caso il gas di combustione è al di fuori dei parametri.

        La giusta quantità di legna è un aspetto fondamentale:

        Ad esempio, con una potenza calorica nominale di 8 kW:
        2 ciocchi o 2 pezzi di bricchette di legno di ca. 1 chilo

        Ad esempio, con una potenza calorica nominale di 4 kW:
        2 ciocchi o 2 pezzi di bricchette di legno di ca. 0,5 chili


        Quantità ideale per la Vostra legna in ciocchi:


        Accatastate il legno a ciocchi in un posto ben arieggiato, possibilmente soleggiato e protetto dalla pioggia. E' consigliabile accatastare la legna su una travatura, lasciando sufficientemente spazio tra un ciocco e l'altro per permettere che l'aria porti via l'umidità fuoriuscente e la faccia defluire. E' sconsigliato depositare la legna fresca in cantina, visto che la legna necessita di aria e sole per seccarsi del tutto - il legno già secco può invece essere depositato in cantina, sempre  che questa sia sufficientemente arieggiata.

    • Caratteristiche e deposito dei pellet
      • I pellet vengono prodotti con residui di legno al naturale. La materia prima per i pellet deriva in grande quantità dalla lavorazione del legno, in forma di trucioli o segatura, ed è quindi un prodotto di scarto dell'industria della lavorazione del legno. Questi residui fini di legno vengono poi compressi e "pellettizzati",il che vuol dire che vengono pressati nella loro forma cilindrica.
        Una buona qualità di pellet è riconoscibile dal loro aspetto. Una superficie liscia e leggermente lucida, nonché l'assenza di fessure laterali sono di norma segni di buona qualità.
        E' importante che i pellet vengano trasportati e depositati in modo asciutto. E' quindi fondamentale che il luogo di deposito dei pellet sia assolutamente asciutto. Solo in questo modo è possibile garantire una corretta ed efficace combustione degli stessi.
    • Riutilizzo della cenere
      • Sia i ciocchi che i pellet di legno lasciano come residuo di combustione la parte minerale del legno (ca. 1 %) che si deposita sul fondo della camera di combustione sotto forma di cenere. Questa cenere è un prodotto naturale e può quindi essere riutilizzata come fertilizzante per le vostre piante in giardino. Prima però è importante che la cenere venga lasciata a raffreddarsi e che venga possibilmente "spenta" con dell'acqua.
    • Dove acquistare la legna ed i pellet
  • Consigli per la pulizia e manutenzione della vostra stufa
    • Consigli generici
      • Le stufe a legna ed a pellet RIKA sono state concepite seguendo le conoscenze più tecnologicamente avanzate per permettere la minor manutenzione possibile ed una lunga durata. Ciononostante, di tanto in tanto sono necessarie alcune pulizie nonché il controllo delle guarnizioni. L'intervallo tra un'ispezione e l'altra dipende soprattutto dalla qualità di legna utilizzata e dalla frequenza dell'utilizzo della stufa. Vi consigliamo, per quanto riguarda le stufe a legna, una pulizia generica dopo ogni stagione di riscaldamento, mentre per le stufe a pellet le richieste di intervento vengono indicate direttamente sul display.

        Nota bene: Per ogni intervento di manutenzione o pulizia è necessario che la stufa si sia completamente raffreddata!

        Per le stufe con rivestimento in  pietra ollare o pietra arenaria, RIKA vi mette a disposizione un set di prodotti appositi per la loro pulizia che potete richiedere direttamente presso la RIKA scrivendo una mail o chiamando lo 0382-423454

        Per piccole riparazioni è meglio utilizzare esclusivamente la vernice originale disponibile come accessorio presso il vostro rivenditore specializzato. In ogni caso non pulite la vernice prima del primo riscaldamento!

        Tenete inoltre presente che le nostre stufe, sia a legna che a pellet, non sono adatte come piano d'appoggio per riscaldare o asciugare oggetti. Eccezione fatta, ovviamente, per i modelli che dispongono di apposito scomparto da forno o di un piano di cottura.
    • Vetri
      • Per la pulizia dei vetri (raffreddati) utilizzate uno speciale prodotto sgrassante a base di ammoniaca, disponibile presso i rivenditori specializzati.
        Se il vetro dovesse risultare ancora caldo è assolutamente necessario farlo raffreddare prima della pulizia.
        Non utilizzate mai detersivi abrasivi che potrebbero graffiare o danneggiare il vetro.
    • Rivestimento in pietra d’accumulo
      • Ricordatevi che la superficie del rivestimento in pietra della vostra stufa a legna o a pellet non è adatta per appoggiare, riscaldare o asciugare oggetti! Evitate in ogni caso che la superficie della pietra venga a contatto con liquidi acidi, grasso, olio, colla, cera o resina.
        Per pulire lievi impurità utilizzate acqua ed una spugna oppure un po' di acqua saponata. Attenzione però a pulizie ripetute che potrebbero danneggiare la superficie ovvero la sua struttura.

    • Rivestimento in pietra ollare o pietra arenaria
      • Le superficie delle stufe con rivestimento in pietra ollare o pietra arenaria sono particolarmente sensibili e non sono quindi adatte per appoggiarci vasi o altri contenitori in metallo o ceramica. Eccezione fatta ovviamente per i modelli che dispongono di uno scomparto forno o un ripiano di cottura. Di solito, per le stufe in  pietra ollare, viene utilizzata pietra  ollare finlandese o brasiliana dato che questa ha una particolare capacità di accumulare calore. Le superficie in pietra naturale hanno un importante vantaggio rispetto alle superficie verniciate: impurità, come macchie di grasso, colore o particelle di fuliggine, possono essere facilmente rimosse.

        Per fare in modo che la superficie mantenga il suo aspetto per molti anni, basta seguire i seguenti consigli per la pulizia e manutenzione:

        Piccole impurità della pietra, macchie nere o altri segni del tempo possono essere rimosse con della carta vetrata di granulazione P120, agendo con poca pressione in direzione della struttura, finché la macchia non è più visibile. Utilizzate poi l'apposita spazzola (facendo poca pressione) per rimuovere la polvere. Per la pietra ollare potete passare un panno umido senza fare pressione. Ripetete questa procedura in base alla necessità.

        Per la pietra arenaria la polvere deve essere rimossa con la spazzola e poi con un aspirapolvere. Altrimenti la polvere sottile si deposita nei pori della pietra durante l'utilizzo del panno umido in microfibra. Grazie a questo ulteriore passaggio è possibile rimuovere anche le ultime particelle di polvere.

    • Rivestimento in ceramica
      • Il modo migliore per pulire la superficie in ceramica è con un panno umido in microfibra e un detersivo delicato (non abrasivo!). Attenzione a non pulire in nessun caso il rivestimento ancora caldo con dell'acqua fredda, visto che lo shock termico potrebbe danneggiare la superficie in ceramica.
    • Rivestimento in acciaio
      • La superficie del rivestimento in acciaio è particolarmente resistente al calore ed è consigliabile pulirlo solo con un panno morbido, asciutto o umido che sia. Noi a riguardo consigliamo un panno in microfibra.
    • Fori d´uscita del calore a convezione
      • E' consigliabile tenere i fori d'uscita del calore a convezione continuamente puliti, liberandoli con un aspirapolvere da residui di polvere.
        Prima di ogni nuova stagione di riscaldamento, la stufe deve essere pulita a fondo per evitare la creazione di cattivi odori.
    • Passaggi dei gas di combustione, tubo e scarico
      • I passaggi dei gas di combustione dovrebbero essere puliti almeno una volta all'anno. Per fare ciò smontate  i tubi e rimuovete eventuali residui di fuliggine o polvere utilizzando una spazzola o un aspirapolvere. Inoltre controllate le guarnizioni della porta della stufa, nonché del  cassetto cenere, prima e dopo ogni stagione di riscaldamento. Se queste dovessero risultare rovinate o particolarmente consumate vi preghiamo di sostituirle.

    • Camera di combustione
      • La camera di combustione è rivestita internamente di  un speciale materiale ceramico particolarmente resistente al calore che può essere  pulito soltanto con uno scopino e mai con oggetti di metallo o oggetti raschianti.
    • Ritocchi sulla vernice
      • Per ritoccare la vernice è consigliabile utilizzare esclusivamente vernice originale, disponibile come accessorio presso il vostro rivenditore specializzato. In ogni caso non pulite mai la vernice prima del primo riscaldamento!
  • Le nostre risposte alle vostre domande
    • Cosa succede con il sistema Rikatronic³ nelle stufe a legna oppure con le stufe a pellet se dove...
      • Le stufe a legna con la tecnologia Rikatronic³ risultano particolarmente confortevoli nel loro regolamento e efficaci nella combustione. In caso di mancanza di corrente la serranda dell'aria di Rikatronic³ viene aperta automaticamente tramite una molla meccanica, permettendo così una sicura combustione residua. Se la mancanza di corrente dovesse durare solo per poco, Rikatronic³ riprenderà automaticamente il suo funzionamento. Se invece la mancanza di corrente dovesse durare più a lungo, la stufa dovrà essere riavviata.

        Anche le stufe a pellet riprendono automaticamente il loro funzionamento, mantenendo le precedenti impostazioni, in caso di breve mancanza di corrente. Se invece la corrente dovesse mancare più a lungo è necessario riavviare la stufa.

    • Il motore delle stufe a pellet è rumoroso?
      • Tutte le stufe RIKA sono concepite per lavorare in modo particolarmente silenzioso.

        Le stufe a pellet RIKA, Como e Topo, dispongono di un nuovo azionamento della coclea   particolarmente silenzioso  grazie ad un motoriduttore che gira in modo continuo (!). L'alimentazione di pellet avviene secondo le necessità e in modo continuativo riducendo così in modo significativo il rumore di funzionamento.

        •   Spediteci le vostre domande: bojer@rika.at